BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IMPRENDITORE SUICIDA/ Si vive per Equitalia o per una figlia di 15 anni?

Foto: FotoliaFoto: Fotolia

Con infinita pena, dunque, ribadisco che chi tenta il suicidio non lo fa per eroismo, né per protesta: ma perché ha smarrito la ragione, e nessuno l’ha aiutato a ritrovarla. Sono certa che quel papà sfortunato di Lecco, mentre si è sentito sostenere dalla figlia quindicenne, accorsa tramortita dalla paura, ha capito tutto: capito quant’era bella e saggia quella ragazza,quant’era bella, faticosamente, dolorosamente meravigliosa la sua vita. Pane e acqua ogni giorno, per potere accarezzare quei capelli. E al diavolo lo spread e le cartelle Equitalia.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
09/05/2012 - al diavolo lo spread (Diego Perna)

E' tutto vero quello che Lei dice, suicidarsi è conseguenza di qualcosa che non torna, di sbagliato sin dall'inizio. Certo che a guardarsi intorno tutto fa pensare che la realtà non ti sia amica, anzi, sopratutto per chi si è fidato, come tanti imprenditori, che mentre lui lavorava per portare avanti la famiglia, perché è un ottimo scopo quello di dare un futuro ai propri figli, e si fidava di altri che avevano scelto di fare i politici e governare il paese, da questi ultimi veniva tradito, per incompetenza o malafede.E le due opzioni sono entrambe deleterie. A Lui, però oggi arrivano le cartelle esattoriali, ancora lui dovrà pagare il costo più alto del debito, e magari in un attimo perde la testa e la infila dentro un cappio. Allora,forse sarebbe il caso, di capire dove si è sbagliato e veramente mandare al quel paese lo spread ed Equitalia, però dovremmo farlo tutti, a cominciare da chi scrive sui giornali o parla in tv,cosi da non fare sentire più sole queste persone, che non è la stessa cosa di avere un amico( vero) al proprio fianco, o una comunità ( vera)che ti sostiene e che non ti fa sentire inutile nè tanto meno un peso,anch'esso inutile, da sopportare, ma comunque è meglio che niente, tant'è che solo ora con la crisi alcuni si tolgono la vita. Se poi vediamo che Monti o chi per lui prima e prevedo anche dopo, non verrà mai incontro ai problemi economici delle famiglie, che non è lo scopo dell'esistenza o dell'essere,continuerà a vessarci i suicidi continueranno