BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA A MILANO/ Il programma ufficiale di oggi, venerdì 1 giugno 2012: le tappe della visita

Dopo i primi saluti ufficiali con il sindaco Pisapia, percorrerà una quindicina di chilometri salutato dai cittadini e dal milione di pellegrini che lo attendono dietro le transenne

InfophotoInfophoto

Ancora poche ore e il Papa arriverà a Milano. Partirà dall’aeroporto di Roma-Ciampino alle 16 per giungere all’aerporto di Milano-Linate alle 17. Da lì si sposterà, sino al Duomo di Milano, dove incontrerà la cittadinanza. Dopo i primi saluti ufficiali con il sindaco Pisapia, percorrerà una quindicina di chilometri salutato dai cittadini e dal milione di pellegrini che lo attendono dietro le transenne. Sono stati posti, per l’occasione, svariati divieti di sosta lungo le strade che saranno percorse in “papamobile”. Tutti i tombini nel frattempo, sono stati sigillati, mentre saranno impiegate circa 10mila persone in tutto per garantire la sicurezza: oggi pomeriggio, in particolare, saranno impiegati 1550 vigili. Il Papa arriverà sul palco dopo aver percorso viale Forlanini, viale Corsica, corso XXII Marzo e via Larga. Dopo aver salutato l’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, pronuncerà il suo discorso. Per chi non fosse abbastanza vicino, in ogni caso, è stato installato un maxischermo di 12 metri sulla Piazza del Duomo. In attesa del suo arrivo saranno proiettati alcuni filmati storico, artistici e culturali sulla Città quali “Milano Capitale dell’Impero – la città Romana e Paleocristiana”; “Welcome to Milano” e “Milano Creative City”. Verranno mandate in onda, oltre a diversi esempi di design meneghino, rappresentazioni dedicate alla famiglia presenti nei vari musei cittadini.

Orari e percorsi speciali, info, e numerio utili per l'utilizzo di metro, bus e trama ATM, e linne Trenord 

Sul maxischermo sarà, inoltre, possibile seguire l’arrivo del Papa all’aeroporto e il suo tragitto in “papamobile”. Al termine, Ratzinger si recherà all’Arcivescovado che, in questi tre giorni – un vero e proprio record per una visita in Italia – sarà la sua abitazione. Alle 19.15, poi, si sposterà al Teatro alla Scala, dove seguirà la nona Sinfonia di Beethoven diretta da Daniel Barenboim. Per l’occasione, il concerto, che durerà un’ora circa e non sarà interrotto dall’intervallo, è stato dedicato ai terremotati. Il sovrintendente della Scala, Stephane Lissner, intervenendo ad una conferenza stampa nell'ambito del VII Incontro delle famiglie ha spiegato che Benedetto XVI non ascolterà il concerto dal Palco Reale, ma dalla platea. «È un evento storico, straordinario, e tutti i musicisti e i lavoratori del Teatro lo stanno vivendo come tale», ha dichiarato Lissner.