BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO/ Se l'Emilia riparte come una manciata di ciliegie

Pubblicazione:venerdì 1 giugno 2012

Il ricordo di Paolo Massobrio Il ricordo di Paolo Massobrio

E che noi eravamo al centro di quell'ordine, quasi che tutto fosse stato fatto per quel momento di autocoscienza. L'altra sera al rosario della zia Rina pensavo a questo e a quante cose mi raccontavano i miei genitori, i miei zii, con quello che oggi chiamiamo gusto. Pensiamo soltanto al gusto di mangiare tutti la medesima cosa, a tavola, quasi per riconoscere istantaneamente che siamo al mondo per una positività, come il sole che sorge su una nuova giornata. Eppure c'è stato chi ha relativizzato anche il posto a tavola, e poi la famiglia, le unioni, fino a quel professore che un giorno mi disse: “Per favore non parliamo di ordine, perché l'ordine ha creato sempre tensioni nella storia dell'umanità”. Ma il contrario dell'ordine è disordine professore! Si può ripartire da un disordine? Se fosse questa la via da seguire, non sarebbe possibile neppure ricostruire l'Emilia, che invece riparte, famiglia dopo famiglia, dal ricordo di chi ci ha fatto vedere la forza di una positività. Come una manciata di ciliegie.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.