BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 19 giugno, si celebra Santa Giuliana Falconieri

Il 19 giugno si festeggia Santa Giuliana Falconieri, fondatrice dell'ordine delle Serve di Maria, suore che poi per il loro abbigliamento vennero denominate le “Mantellate”. La sua vita.

Tutti i santiTutti i santi

Il 19 giugno si festeggia Santa Giuliana Falconieri, fondatrice dell'ordine delle Serve di Maria, suore che poi per il loro abbigliamento vennero denominate le “Mantellate”. Giuliana nacque a Firenze attorno all'anno 1270 ed apparteneva a una ricca famiglia di mercanti, avrebbe potuto crescere con tutti i vantaggi che il suo ceto le consentiva, tanto più che alla sua nascita i suoi genitori erano già anziani e quindi le avrebbero dato tutto ciò che avesse desiderato, invece Giuliana scelse diversamente. Probabilmente fu l'influenza di uno zio di parte paterna, Alessio, in seguito proclamato santo che era stato uno dei sette fondatori dell'ordine di Servi di Maria e anche quella di Filippo Benizi, priore generale, ma la ragazza, bellissima, rifiutò molte offerte di matrimonio ed evitava gli abiti sfarzosi, dimostrandosi invece particolarmente devota. Voleva consacrarsi in modo particolare a Dio e, non appena raggiunse l'età di 14 anni decise di divenire terziaria, pur continuando a vivere nella propria casa la sua era una vita monastica. Quando la madre morì Giuliana entrò in convento, ma la sua adolescenza così specchiata era stata una sorta di esempio per le altre ragazze della ricca borghesia fiorentina e molte sue amiche la seguirono prendendo anch'esse i voti. Giuliana fondò un convento femminile dell'ordine dei Servi di Maria che si ispirava a quello fondato dallo zio e che adottò lo stesso stile di vita dei monaci, con la giornata scandita dalla contemplazione, la penitenza (digiunavano due giorni a settimana), la carità e persino lo stesso abbigliamento con un ampio mantello scuro che indusse il popolo a chiamarle le "Mantellate". La salute della santa si era mostrata però piuttosto cagionevole, soffriva sempre di dolorosi mal di stomaco al punto che negli ultimi tempi non riusciva neppure più a nutrirsi e questa sua incapacità di inghiottire qualsiasi cosa fece verificare il miracolo che ispira ancor oggi la sua iconografia. Si racconta che giunta in punto di morte Giuliana volesse ricevere l'Eucarestia, ma impossibilitata a ingoiare chiese che l'ostia consacrata le venisse appoggiata sul petto dove era stato collocato il corporale e l'ostia svanì. Di lì a poche ore la santa morì, era il 19 giugno 1341.