BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Il maestro D'Orta: affidarsi alla Chiesa è l'unica speranza di Napoli

Pubblicazione:mercoledì 11 luglio 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Famiglie carenti dal punto di vista educativo, Stato assente o incapace di risolvere radicalmente la situazione: a chi rivolgersi a questo punto?

Neanche a farlo apposta in questo momento in cui parliamo sto in un convento. Io penso che la soluzione più concreta oggi possa essere rivolgersi alla Chiesa, a realtà come la Caritas, ambienti dove non si guarda al colore della pelle o alla povertà. Certo le scuole private non sono alla portata di tutti, ma se si arrivasse a offrire scuole di questo tipo in modo gratuito, sarebbe un grande passo in avanti, una speranza. Stiamo parlando di scuole che sono luogo di libertà e di vera educazione per tutti. 

Una speranza per tutti.

La situazione oggi mi ricorda l'avvento del nazismo in Germania, un Paese che era diviso e invaso da razze di tutti e dove vinse la logica del: fidiamoci solo di noi stessi ed eliminiamo tutte le altre razze, in una sorta di autodifesa. Mi affiderei alla Chiesa: oggi a Napoli ci sono già realtà di volontariato che operano in modo costruttivo. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.