BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 14 luglio, viene celebrato San Camillo De Lellis

Tutti i santiTutti i santi

Durante la sua seconda degenza in questa struttura si rese conto di quanto servisse un aiuto per tutti quegli uomini che avevano bisogno di assistenza medica anche perché ebbe modo di notare come gli infermieri di allora, se così possono essere definiti, non badavano granché al benestare dell’ammalato. Allora, seppur claudicante, anziché pensare a curare il proprio male si mise a servizio degli altri ammalati. Lo fece in maniera così perfetta che i responsabili dell’ospedale lo vollero con loro nominandolo responsabile del personale e dei servizi di assistenza. Una volta guarito e resosi conto che così facendo nulla sarebbe cambiato nel modo di aiutare i malati, fondò insieme ad un gruppo di amici che si erano consacrati a Gesù una compagnia di uomini al servizio dei più bisognosi, denominata Compagnia dei Ministri degli Infermi. Il movimento incominciò ad essere molto apprezzato tanto che Papa Sisto V nel 1586 lo riconobbe, fornendo il permesso a tutti i membri di portare un abito nero con una croce rossa posizionata all’altezza del petto. Nel frattempo, però, Camillo aveva ripreso a studiare e nel 1584 riuscì a consacrarsi ufficialmente a Dio, facendosi ordinare sacerdote. Nel 1591 il nuovo Papa, Gregorio XIV decise di elevare la Compagnia dei Ministri Infermi ad Ordine religioso per il quale erano validi ben quattro tipologie di voti: obbedienza, castità, carità e perpetua assistenza corporale e spirituale ai malati anche se appestati. Camillo fece di questi quattro voti la propria vita rispettandoli sempre e comunque anche a scapito della propria persona. Nel 1614, il 14 luglio Camillo morì dopo che le condizioni di salute della sua caviglia peggiorarono ulteriormente con inoltre la comparsa di altre malattie di natura gastrica. Nel 1742 a meno di 130 anni dalla sua morte, Papa Benedetto XIV lo beatificò e nel 1746 fu proclamato Santo. Papa Leone XII nel 1886 lo proclamò patrono degli infermi e degli ospedali mentre prima Papa Pio XI nel 1930 lo elesse protettore degli infermieri e nel 1940 Papa Paolo VI anche della sanità militare italiana. 

© Riproduzione Riservata.