BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 15 luglio, si celebra il Beato Bernardo II di Baden

Pubblicazione:

Tutti i santi  Tutti i santi

Il 15 luglio la Chiesa Cattolica celebra il beato Bernardo II di Baden che in vita ricopriva il titolo nobiliare di margravio, corrispondente a quello di marchese. Bernardo nacque nel 1428 a Baden, in Germania, dal margravio Giacomo V e da Caterina di Lotaringia, lo stesso territorio di cui fu sovrano Lotario II, figlio dell’imperatore Lotario I. Visse tutta la propria infanzia nella regione tedesca di Baden, regione che si trova nella parte sud-est dell’attuale Germania e, secondo quanto si apprende dai racconti dell’epoca, Bernardo venne educato nella corte di Francia per poi essere destinato alla vita militare sotto Francesco Sforza, primo duca di Milano della dinastia degli Sforza che viene tutt’ora ricordato maggiormente come grande condottiero di ventura. Bernardo, sotto la guida di Francesco Sforza nel frattempo messosi a servizio della causa della Repubblica Ambrosiana, combatté anch’egli nel corso della battaglia che vide Milano difendersi entro le proprie mura dall’assalto dei Veneziani e quindi della Repubblica della Serenissima. Per quanto riguarda la sua vita personale, sembra che siccome fosse stato cresciuto all’interno della Corte di Francia, avrebbe dovuto sposarsi con la figlia di Carlo VII di Francia. Per un imprecisato motivo, dalle cronache dell’epoca emerge che tale matrimonio non fu mai celebrato, seppure fosse considerato di grande importanza. Dopo la battaglia per la difesa di Milano, Bernardo si rese conto che la vita militare non era adatta alla propria indole e intraprese quindi la carriera di diplomatico, inizialmente al servizio dell’imperatore Federico III, eletto Re dei Romani e ultimo imperatore a essere incoronato a Roma. Dopo la morte del padre Giacomo V, Bernardo decise di cedere il trono di Baden al fratello Carlo e, nel 1453, dopo la caduta di Costantinopoli per mano dei turchi, fu inviato nelle corti di Italia e Francia al fine di raccogliere quante più risorse possibili per organizzare una crociata con il popolo turco e quindi riconquistare Costantinopoli. Durante una di queste opere di convincimento e il tentativo di unire in un’unica flotta quelle di Genova e Venezia, storicamente acerrime avversarie sulle acque del mar Mediterraneo, entra nella città ligure nonostante gli fosse stato sconsigliato vista la presenza della peste. Lui, desideroso di portare a termine il proprio compito, non bada all’avvertimento e ne viene contagiato. Nonostante le forze gli venissero costantemente a mancare, portò a termine la propria missione dopo la quale decise di tornare nella propria amata Baden. 



  PAG. SUCC. >