BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 17 luglio, viene celebrata Sant'Edvige

Tutti i santiTutti i santi

La sua attenzione per la religione non la distolse però dai suoi doveri di regnante e spesso dovette intervenire per sedare liti e controversie tra i membri della famiglia o con i cavalieri dell'Ordine Teutonico, ma soprattutto in difesa dei più deboli. La vita di Edvige fu accompagnata dalle preghiere che ella era solita rivolgere all'immagine del crocifisso Wawel, a cui si rivolgeva quando aveva bisogno di consigli e di conforto. Essere una regina però comportava anche l'impegno di dover dare un erede al trono, ma la gravidanza che non si verificava fece sì che nelle corti europee si parlasse con malignità della sovrana polacca. Poi finalmente, dopo oltre dieci anni di matrimonio, giunse la notizia che Edvige attendeva un figlio. Grande fu la sua gioia, ma la piccola che partorì, Elisabetta Bonifacia, morì dopo poche ore. Quattro giorni dopo anche la regina spirò: era il 17 luglio 1399. Il culto di Edvige si radicò subito in Polonia ma per la sua canonizzazione fu necessario il riconoscimento ufficiale di un evento miracoloso, circostanza che si verificò il 17 agosto 1950, quando la signora Anna Romiszowska di Varsavia guarì in poche ore da un'osteite dell’apofisi mastoidea. La donna raccontò di aver pregato la beata Edvige nei tre giorni precedenti durante la novena a lei dedicata, ponendosi anche sulla parte malata una pezzuola proveniente dalla stoffa che era servita ad avvolgere le ossa della regina durante la sua esumazione dell'anno prima. Nel 1996 la Consulta Medica vaticana dichiarò tale guarigione miracolosa e a febbraio del 1997 venne espresso parere favorevole alla sua canonizzazione.

© Riproduzione Riservata.