BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL CASO/ Dalla Fornero alla Camusso, dalla Bindi alla Minetti: vittime di chi?

Susanna Camusso (Foto: InfoPhoto)Susanna Camusso (Foto: InfoPhoto)

Ma se è così, è colpa di un’educazione sbagliata. Nostra, dei nostri figli. E’ colpa del soggiacere compiaciuto e stupido di troppe donne a canoni estetici imposti e irreali, a ruoli sottomessi e di second’ordine, in cambio della fama, dei soldi, dell’illusione di essere ammirate e  apprezzate. Fino alla prima ruga: poi siamo tutte Fornero o Rosy Bindi, e non c’è difensore dei diritti delle donne che con amici e colleghi non ironizzi sulla cellulite o il codice a barre sulla fronte, sui capelli tinti e il seno cadente. Colpa di un sistema mediatico e culturale che ti obbliga alla giovinezza perenne, di sapienti trucchi di regia che rendono cinquanta-sessantenni delle immutate bellezze giovanili. Esiste la possibilità di essere belle dopo? Perché Sean Connery sì, e noi no? Perché Russel Crowe, pure con la pancia e i solchi sul viso, è maledettamente fascinoso, e noi no?

Dopodichè, chissene, per dirla pane al pane: gli uomini, tutti quanti, non i Berlusconi e i Grillo, parlano così, perché sono superficiali e fragili. E parecchi, spiace ammetterlo, consistono nell’istinto, usando un eufemismo, riducono ogni sguardo a reazione di pulsioni sessuali. Certamente, ameremmo almeno dai nostri politici o aspiranti tali, un po’ di garbo e Monti style: eppure gli italiani non sono peggio de tedeschi o dei francesi. Come credete che i colleghi commentino le mises e i fianchi della Merkel, e perché mai Sarkozy ha avuto bisogno di una Carlà, per diventare Président? Non illudiamoci: basta con le ipocrisie e i moralismi di facciata sulla superiorità morale della sinistra; la storia recente dovrebbe aver insegnato qualcosa, e invece no, fingono di indignarsi perché tra loro ci sono cafoni e traditori della causa. Ma quale causa: le quote rosa sono una riserva di panda, buone a ripulirsi la faccia e tirar su voti, e i Grillo di oggi andranno benissimo nelle coalizioni di domani.  

© Riproduzione Riservata.