BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DROGA/ Perché Saviano e Veronesi "legalizzano" il fallimento della modernità?

Una dose di cocaina (Infophoto) Una dose di cocaina (Infophoto)

Purtroppo le cose non stanno così. La droga in realtà vincola e genera dipendenza in chiunque, anche tra quanti si ritengono bene informati e, per di più, sono muniti delle possibilità economiche per rifornirsi su mercati esclusivi, evitando la rischiosa droga da strada. Dietro lo squallore delle periferie piagate dall’eroina, esattamente come nei più esclusivi club nei quali si consumano droghe, c’è un’intera visione dell’uomo e della vita che hanno fallito e continuano a fallire. Di questo fallimento dell’esistenza la droga non è che la conseguenza finale e, per molti, fatale. Aggiungere allo squallore del fallimento di tutti e di ciascuno, il mito della “droga sostenibile”, e quindi proprio per questo legalizzabile, equivale a negare la realtà contribuendo a diffondere una menzogna pagata cara da centinaia di adolescenti.

© Riproduzione Riservata.