BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BASSOLINO RICOVERATO/ Emorragia interna per l'ex sindaco di Napoli ed ex governatore della Campania

L'ex sindaco di Napoli è stato ricoverato di urgenza stamattina dopo aver avuto un mancamento. Si tratta di una emorragia interna ma non è in pericolo di vita

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Antonio Bassolino è stato ricoverato all'ospedale Loreto Mare stamattina d'urgenza. Il politico (già sindaco di Napoli, governatore della Campania e anche ministro del lavoro nel governo D'Alema) ha subito una emorragia interna ma non sarebbe in pericolo di vita, come invece dichiarato da alcune fonti in precedenza. Bassolino, che ha 65 anni, secondo fonti ospedaliere, avrebbe avuto un mancamento mentre si trovava a salire le scale della Fondazione Sud, da lui diretta. Adesso si trova monitorato nel reparto di chirurgia generale diretto dal professor Giulio Belli. Le prime notizie giunte dal reparto parlano di emorragia gastrointestinale, ma non ci sarebbe alcun pericolo di vita. Bassolino è stato immediatamente raggiunto in ospedale dalla moglie Annamaria Carloni: motivo della emorragia una ulcera duodenale sanguinante. Si parla dunque di una possibile perforazione duodenale con versamento di sangue nelle feci (cosiddetta melena). Si parla di alcuni giorni di ricovero. Il professor Santangelo che ha potuto visitare Bassolino, ha dichiarato all'Ansa essersi trattato " di una emorragia duodenale, che è stata bloccata. Adesso sta meglio. La prognosi è positiva". Una decina di anni fa Bassolino era stato operato per un tumore alla laringe: era un accanito fumatore e da quel momento smise di fumare. Bassolino oggi non svolge più un ruolo attivo nella politica del centrosinistra. In passato si è trovato spesso al centro delle polemiche soprattutto per quello che riguarda il problema della spazzatura a Napoli (ha subito un rinvio a giudizio per eventuali reati svolti quando era commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania). Nato nel 1947, Bassolino è stato esponente  del Partito Comunista Italiano, del PDS e dei DS, per poi prendere parte al l Partito Democratico. È stato deputato, sindaco di Napoli dal 1993 al 2000, Ministro del Lavoro nel primo governo D'Alema dal 1998 al 1999, è stato presidente della Regione Campania dal 2000 al 2010. La sua prima leezione in un organo ufficiale di Stato è quella del 1970 al consiglio regionale della Campania nelel fila del Partito comunista.

© Riproduzione Riservata.