BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO/ Quella "strana" alleanza tra mamme e figli

Pubblicazione:sabato 7 luglio 2012

L'asilo di Reggiolo (InfoPhoto) L'asilo di Reggiolo (InfoPhoto)

La chiesa di Reggiolo, un patrimonio artistico inestimabile, è quasi totalmente compromessa. Fa parte dei complessi sotto la tutela delle Belle Arti, che durante un sopralluogo hanno stabilito che sarà restaurata fra cinque anni. «Don Gino era scoraggiato e diceva che a Reggiolo ce ne sarebbero voluti altri cinque solo per raggranellare la cifra necessaria per i restauri. Fortunatamente l’asilo ha retto anche se è stato dichiarato agibile solo da pochi giorni. Ma le maestre non si sono date per vinte e hanno continuato il servizio sotto una tenda. Ora però sono rientrati nella struttura originaria, anche se per prudenza utilizzano solo il primo piano: la scossa del 29 maggio ha sorpreso i piccoli ospiti al secondo piano ed evacuarli è stata un’operazione troppo lunga». A spaventarsi maggiormente, però, non sono stati i bimbi ma le maestre. «Pensi»,  sorride amara Isabella, «che le maestre ci hanno raccontato che da allora i bambini giocano al terremoto».

Reggiolo è comunque un paese che non si arrende e con dignità prosegue nel suo cammino di ricostruzione. «Non hanno paura delle scosse, ma di essere dimenticati. Ora i riflettori sono accesi ma quando si spegneranno, hanno il timore che la gente smetta di aiutarli», conclude mamma Isabella. E allora sì che daremo ragione a don Gino: per rimettere a nuovo la chiesa, forse dieci anni non saranno sufficienti.

 

(Federica Ghizzardi)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.