BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAGNASCO/ Per i politici cattolici un affondo con lo “zampino” di San Lorenzo

Pubblicazione:

Angelo Bagnasco (Infophoto)  Angelo Bagnasco (Infophoto)

Secondo richiamo: la Chiesa non è un’agenzia di pronto soccorso, «ha la missione di annunciare il Vangelo con le implicazioni che esso ha sul piano antropologico, etico e sociale». «San Lorenzo è stato paladino non di un pauperismo ante litteram, ma della missione libera della Chiesa verso tutti, a cominciare da chi è in maggiore difficoltà. (…) Ora ci chiediamo: la voce della cristianità e la sua opera possono avere un rilievo e un’incidenza ulteriori? Oppure devono rassegnarsi a essere considerate delle presenze socialmente utili? Mi pare che, sempre guardando alla vicenda del nostro Santo, potremmo rispondere così: se è vero che il male influisce sul modo di pensare e di agire comune, è pur vero che ciò accade anche per il bene. Non si tratta solo della forza del buon esempio - e già questa è grande! - ma anche di provocazione delle coscienze, a volte di benefica messa in crisi del proprio stile di vita o di quello collettivo; si tratta di far maturare una mentalità».

Terzo richiamo, a una doverosa presenza dei cattolici nella vita pubblica, considerando però che «Senza l’anima spirituale e morale non esiste rilevanza storica, perché non esisterebbe sostanza. Senza, ogni forma di doverosa partecipazione alla costruzione della città terrena, è un involucro vuoto e dannoso, solo di potere, che cerca di riempirsi con pressioni e convenienze».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.