BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOPING SCHWAZER/ Colpevole o innocente? Il problema è un altro

Pubblicazione:venerdì 10 agosto 2012

Alex Schwazer (Infophoto) Alex Schwazer (Infophoto)

Il problema è tutto qui, se l'uomo si realizzi nella riuscita o se a compiere l'umano, a dargli consistenza sia qualcosa di più della riuscita, qualcosa o qualcuno che dia senso alla vita. Per questo è un problema di educazione, Schwazer si è trovato e ora più decisamente si trova di fronte alla domanda "che cosa da' valore alla mia vita?". Qui inizia l'educazione, nella pretesa di proporre una ipotesi di risposta a questa domanda più grande della riuscita e che rende capaci di giocare tutte le proprie potenzialità come di accettare i propri limiti. Oggi si vuole evitare la domanda educativa che invece il caso Schwazer pone con grande forza.

E' invece tempo che dentro lo sport e dentro la scuola come dentro le diverse attività del tempo libero abbiamo il coraggio e la lealtà di chiederci se dobbiamo continuare ad educare alla riuscita o se il valore dell'uomo stia in uno sguardo che ha simpatia per lui come è. Tutti noi che in qualche modo abbiamo a che fare con i giovani, genitori, insegnanti, allenatori sportivi dobbiamo decidere se sia la riuscita ciò che proponiamo o se la vita abbia un senso più grande della riuscita!

Gianni Mereghetti



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.