BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WINDJET/ Nuovi disagi per i passeggeri a Palermo e Catania. Centinaia i bloccati all'estero

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

CAOS WINDJET. I DISAGI NEGLI AEROPORTI - I disagi per i passeggeri Wind Jet non sembrano destinati a finire. L'emergenza in questo momento interessa gli aeroporti di Palermo e Catania, dopo l'autosospensione decisa sabato scorso dalla Wind Jet. Più di trecento passeggeri stanno aspettando di essere imbarcati su voli di altre compagnie, grazie a un piano di emergenza messo a punto dalla Sac, la società che gestisce i servizi a terra dell'aeroporto. Ma anche i lavoratori sono sul piede di guerra. Da venerdì scorso, infatti, è in atto un presidio di protesta dei lavoratori della compagnia che al momento non hanno alcuna certezza riguardo al proprio futuro.
La situazione all'aeroporto romano di Fiumicino è leggermente migliore rispetto ai giorni scorsi anche se non mancano i disagi per i passeggeri penalizzati che stanno attendendo di essere ripreotetti su voli di compagnie differenti. Alitalia, per venire incontro ai clienti Wind Jet, ha messo in atto un piano di 20 voli speciali al giorno sulla Regione Sicilia (12 su Catania, 8 su Palermo). 
Nel frattempo, l’immagine dei passeggeri, tra cui ovviamente anche donne e bambini, costretti a dormire e ad aspettare sdraiati per terra o sui seggiolini degli areoporti sta diventando il simbolo dell'ennesima crisi di una compagnia aerea. A Roma circa 170 passeggeri che avrebbero dovuto partire per Tel Aviv hanno dormito nello scalo della Capitale, soccorsi dalla società di gestione che ha offerto loro panini e bottigliette d'acqua. Un "incubo" per gran parte delle persone, tra cui anche alcuni anziani, che hanno poi dovuto anche pagare un sovrapprezzo di circa cinquanta euro. I disagi si sono verificati anche a Pisa e in altre città della Penisola, mentre resta aperto il dilemma sui "prigionieri" all'estero, ovvero quei clienti Wind Jet che sono partiti regolarmente, ma che erano nelle mete di destinazione mentre la compagnia falliva. Chi si preoccuperà di loro? In che modo, e a che prezzo, potranno tornare a casa? Se si prende il caso dei numerosissimi passeggeri imbarcati da Rimini, a livello teorico, Enac ha 



  PAG. SUCC. >