BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MEETING 2012/ Vittadini: valori condivisi per salvare l'Italia dalla Serie B

Mario Monti sarà al Meeting di Rimini 2012 (Foto: InfoPhoto)Mario Monti sarà al Meeting di Rimini 2012 (Foto: InfoPhoto)

Il nodo è non perdere di vista che il tema principale è sempre l’io e la sua realizzazione. Solo da qui può crearsi uno sviluppo sociale equo e per l’uomo, non dalla ricerca del potere, comunque contraria al compito per cui è nata Cl.

Qualcuno parla di scelta religiosa.

Chi lo dice ha un vuoto di memoria e non si accorge che Carron riprende il richiamo ripetuto di Giussani alla presenza, come modalità dell’impegno di Cl, che si attua attraverso una responsabilità personale dei suoi membri contrapposta alla pretesa di una egemonia come progetto di una organizzazione. Senza questo si pensa di essere liberi e costruttivi ma si finisce come in un «Ho visto un re» di Jannacci: funzionali al potente di turno. Il Meeting in questi anni è cresciuto resistendo a questa tentazione.

Se dovesse consigliare una mostra, o un incontro poco gettonato dai media, che cosa segnalerebbe?

Oltre alle mostre sui giovani e crescita e su Dostoevskij, segnalo l’incontro di martedì pomeriggio con Javier Prades López, Rettore dell’Università San Dámaso di Madrid, che va al cuore del tema del Meeting, "La natura dell’uomo è rapporto con l’infinito".

Tema astratto, dicono.

Tema esplosivo, invece. Perché parla del valore dell’autocoscienza di ogni uomo che lo rende capace di far fronte anche alle circostanze più dure, diventando sempre più se stesso. Questo è ciò che può incidere anche a livello di sistema: senza un’educazione a una posizione del genere non c’è via d’uscita dalla crisi.

 

(Angelo Picariello)

© Riproduzione Riservata.