BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TERREMOTO CALABRIA/ Scossa di magnitudo 2.7 e 2.3, provincia di Cosenza. Oggi 20 agosto

Due scosse di terremoto sono state registrte questa notte in provincia di Cosenza in Calabria. La prima di magnitudo 2.7 gradi della scala Richter, la seconda di 2.3 gradi

foto Infophotofoto Infophoto

Due scosse rispettivamente di magnitudine 2.7 gradi e 2.3 gradi si sono succedute la scorsa notte in Calabria in provincia di Cosenza. la prima delle due scosse è stata registrata con un valore di magnitudo pari a 2.7 gradi della scala Richter, mentre la seconda è arrivata al valore di 2.3 gradi. La prima scossa è stata registrata intorno alla mezzanotte, precisamente alle ore 23 e 28 della scorsa notte, mentre la seconda scossa è stata registrata alle ore 1 e 51.  Entrambe le scosse sono state avvertite in provincia di Cosenza nel distretto sismico del Pollino: la prima scossa è stata registrata a una profondità di 8,6 chilometri e alle coordinate 39.886°N, 16.012°E. I comuni a dieci chilometri dallì'epicentro sono quelli di ROTONDA (PZ), LAINO BORGO (CS), LAINO CASTELLO (CS), MORMANNO (CS) mentre quelli a circa venti chilometri sono quelli di CASTELLUCCIO INFERIORE (PZ), CASTELLUCCIO SUPERIORE (PZ), SAN SEVERINO LUCANO (PZ), VIGGIANELLO (PZ), ACQUAFORMOSA (CS), AIETA (CS), LUNGRO (CS), MORANO CALABRO (CS), ORSOMARSO (CS), PAPASIDERO (CS), SAN BASILE (CS), SAN DONATO DI NINEA (CS), SANTA DOMENICA TALAO (CS), SARACENA (CS), VERBICARO (CS). Il distretto del Pollino è sottoposto a uno sciame sismico che dura con alcune pause da circa un anno. Ovviamente preoccupazione nella popolazione residente, ma come sottolinea l'Ingv l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia si tratta quello calabrese di un territorio fortemente sismico e dunque soggetto ad eventi del genere. Non si sono però registrti danni di alcun tipo a case o persone durante le due scosse di ieri notte. Come si vede dalla lista dei comuni più vicini all'epicentro della prima scossa quella della mezzanotte, poi, la scossa è stata avvertita anche da comuni della Basilicata in provincia di Potenza perché il territorio sismico del Pollino abbraccia una fascia piuttosto ampia di territorio. La seconda scossa, quella delle ore 1 e 58, è stata registrata alle coordinate 39.875°N, 16.012°E e a una profondità simile alla precedente, cioè 8,2 chilometri.