BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUICIDIO A MONTECITORIO/ Lo Stato non può obbligarci ad ucciderci

Pubblicazione:

Montecitorio: qui davanti si è dato fuoco Angelo Di Carlo, foto Infophoto  Montecitorio: qui davanti si è dato fuoco Angelo Di Carlo, foto Infophoto

Non gliel’ha suggerito il sangue, se non la ragione, che Angelo aveva bisogno di aiuto?  Pure di amici ne aveva, a vedere le pagine fb, prodighe di messaggi. Bello, toccante.  Angelo era un attivista del Movimento 5 Stelle. Sicuri che sputare su tutto e odiare il mondo sia il modo migliore per risolvere i problemi? Sicuri che sempre e soltanto dobbiamo aspettarci qualcosa dalla politica, dallo Stato? Rivendicare, pretendere, e se non si ottiene? Un rogo in ogni città? Smuove qualcosa, qualcuno? 

Facciamogliela vedere, a questa politica assente, a questo Stato di tecnocrati insensibili e freddi, che abbiamo vene che pulsano e braccia forti per andare avanti. Mettiamoci insieme, non solo per gridare slogan o seguire capipopolo con la villa a Portofino. Sosteniamo con la pietà e la generosità chi non ce la fa più, chi è più sfortunato, anche chi è meno forte, perché no, non siamo tutti uguali. Questo è l’eroismo da premiare: figlio mio, papà non vale per il lavoro che non ha, ma vale per il bene che gli vuoi, che ti vuole. Eccomi, camminiamo insieme, prendi la mia mano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.