BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TOMY NICKLISON/ Il giurista: la vera eutanasia è quella che ha ucciso la nostra dignità

Pubblicazione:giovedì 23 agosto 2012 - Ultimo aggiornamento:giovedì 23 agosto 2012, 10.34

(Infophoto) (Infophoto)

Secondo queste corti, in pratica, “il disabile opta per il suicidio anche a motivo di condizionamenti esterni: per esempio perché non vuole gravare sui familiari sia in termini assistenziali sia economici”. E anche i suoi famigliari potrebbero essere spinti ad assecondarne l'estremo gesto in preda a una “falsa carità che non guarda al bisogno reale del loro caro”. Guardando a cosa si potrebbe invece fare per aiutare le persone in simili condizioni, Tondi della Mura dice: “il minimo sarebbe ancorare il livello di compartecipazione alle spese pubbliche al livello di reddito del nucleo famigliare”.

 

(Matteo Rigamonti)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.