BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ILVA TARANTO/ Il Tribunale del Riesame accoglie il ricorso dell'azienda: reintegrato Ferrante

Ennesimo cambiamento di ruoli all'Ilva di Taranto. Il Tribunale del riesame ha accolto il ricorso e Ferrante viene reintegrato nel suo ruolo di custode dei sei impianti 

Foto InfophotoFoto Infophoto

Il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso presentato dai responsabili dell'Ilva di Taranto, l'azienda siderurgica costretta a sospendere l'attività per decisione del giudice in quanto considerata inquinante. Il gip Patrizia Todisco, dopo una serie di siposizioni contrastanti fra loro, aveva infatti fatto allontanare dal suo ruolo il presidente Bruno Ferrante: con la decisione del tribunale viene ribaltata tale disposizione e Ferrante viene reintegrato al suo posto come uno dei custodi dei sei impianti dell'area a caldo. Tali impianti sono stati posti sotto sequestro perché il giudice sostiene che provochino un inquinamento tale da mettere in pericolo la vita degli operai e dei cittadini che vivono nelle vicinanze. La vicenda che vede coinvolto l'ex prefetto è abbastanza complicata. Dopo i primi ricorsi presentati dall'Ilva contro il sequestro e gli arresti domiciliari del proprietario Emilio Riva, del figlio e di altri sei dirigenti, il Tribunale del riesame aveva nominato Ferrante tra i custodi dell'area a caldo. Ferrante in particolare era stato nominato affinché prendesse il posto di Mario Tagarelli, presidente dell'ordine dei commercialisti che invece era stato nominato dal gip indagante nel ruolo di responsabile dell'aspetto amministrativo del sequestro stesso. Ferrante aveva poi annunciato di voler presentare ricorso contro la decisione del gip di confermare il sequestro dell'azienda siderurgica. Proprio questa sua decisione gli era costata l'allontanamento dal suo ruolo su ordine del gip che in quella decisione trovava incompatibilità tra il ruolo di presidente dell'Ilva e quello di custode giudiziario. Aveva così tolto l'incarico all'ex prefetto e lo aveva ridato a Tangarelli. Adesso nuovo cambio di marcia e nuovo allontanamento per Tagarelli a cui succede ancora Ferrante. Un balletto degli incarichi dunque anche se adesso ferrante dovrebbe rimanere al suo posto. Ovviamente l'azienda ha espresso la sua soddisfazione per la decisione del Tribunale del riesame. Al momento il gip Patrizia Todisco non ha ancora commentato la decisione, e non è detto che lo faccia.