BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LORENZO ORNAGHI/ Il ministro per i Beni e le Attività Culturali si dimette da rettore della Cattolica

Pubblicazione:

Lorenzo Ornaghi (InfoPhoto)  Lorenzo Ornaghi (InfoPhoto)

Il ministro per i Beni e le Attività Culturali Lorenzo Ornaghi ha presentato le proprie dimissioni da Rettore al Consiglio di amministrazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Il Cda, riunitosi nella giornata di ieri presso la sede di largo Gemelli a Milano e presieduto dal prorettore vicario, Franco Anelli, ha accolto le dimissioni e ha espresso “unanime apprezzamento e gratitudine al Professor Lorenzo Ornaghi per il prezioso lavoro svolto nell’arco dei suoi tre mandati, sottolineando, in particolare, le significative innovazioni introdotte nella vita dell’Ateneo e i positivi risultati conseguiti sotto la sua guida”. Il comunicato diffuso recentemente in cui vengono rese note le dimissioni di Ornaghi fa sapere inoltre che il Senato accademico si riunirà prossimamente per avviare l'iter, fissando i tempi delle diverse fasi che condurranno alla nomina, da parte del consiglio di amministrazione, del nuovo Rettore. Tra coloro che attualmente risultano essere i più favoriti per prendere il posto del ministro Ornaghi, ci sarebbero lo stesso prorettore Anelli, che guida l'ateneo da novembre, Antonella Sciarrone Alibrandi, presidente di Educatt, Michele Lenoci, docente per la facoltà di Scienze della formazione, e il preside della facoltà di Sociologia Mauro Magatti. La Cattolica non è però l’unico ateneo milanese in cui sta avvenendo il cambio della guardia: alla Bocconi è stato infatti già deciso che Guido Tabellini, Rettore dal 2008 a luglio 2012, verrà sostituito da Andrea Sironi, secondo rettore più giovane dell’ateneo milanese dopo Mario Monti, chiamato a ricoprire questo ruolo a 46 anni. Ancora da decidere invece la nuova guida dell’Università statale, dove le nomine per la sostituzione del rettore uscente Enrico Decleva sono state presentate il 31 agosto. I candidati in lizza sono sei: i favoriti risultano essere al momento Gianluca Vago, direttore di Mimed, e Marisa Porrini, preside di Agraria, mentre gli altri quattro nomi sono quelli di Francesco Ragusa, professore di Fisica, Giovanni Lucignani, medico all’ospedale San Paolo, Maria Cappellini, professoressa di Medicina al Pliclinico e Paola Campadelli, preside della facoltà di Scienze. 



  PAG. SUCC. >