BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STATO-MAFIA/ I nodi del Cav. mettono in crisi la Consulta

Infophoto Infophoto

Questo la Corte Costituzionale dovrà fare: compito arduo in un Paese che, soprattutto tramite il suo sistema mediatico, semplicisticamente divide tutto tra buoni e cattivi a seconda della parte politica cui appartengono e che non sempre resiste alla tentazione di screditare le proprie istituzioni quasi fosse un problema di altri avere istituzioni screditate.

Compito molto arduo sul piano tecnico anche perché le sentenze rese in un recente passato sul caso Ruby sembravano aver fatto pendere il piatto della bilancia a favore del potere giudiziario, cui veniva riconosciuta una certa libertà di azione e di interpretazione.

Ma di questo discuteremo a sentenza resa. Ora si prenda atto della pur scontata ammissibilità, che ha accertato la presenza dei presupposti processuali perché il conflitto possa essere legittimamente instaurato, con ciò, almeno per il momento, facendo sì che tra i due contendenti, sia il ricorrente a segnare un primo punto di vantaggio in una partita che, comunque, non sarà né breve, né indolore. 

© Riproduzione Riservata.