BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROBERTA RAGUSA/ A vuoto le indagini nei pressi della base americana

Esaminati dai Carabinieri del Tuscania e dell'Arma territoriale con unità cinofile al seguito 600 metri quadri: le indagini non hanno prodotto risultati. Ormai si cerca il corpo della donna

Roberta Ragusa (Infophoto) Roberta Ragusa (Infophoto)

ROBERTA RAGUSA: INFRUTTUOSE LE INDAGINI VICINO ALLA BASE AMERICANA - Roberta Ragusa, il mistero resta ancora insoluto: senza esito le ricerche del corpo della 45 enne madre di famiglia scomparsa otto mesi fa dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme (Pisa). Oggi si sono infatti concluse senza dare nessun risultato utile ai fini delle indagini le ricerche effettuate da una cinquantina i carabinieri del Tuscania e dell'Arma territoriale nei pressi dalla base militare americana di Camp Darby. La battuta di perlustrazione con unità cinofile al seguito, spiegano le agenzie, si è svolta nell'area boschiva di San Piero a Grado (Pisa), all'interno della pineta che si trova di fronte alla base americana sul litorale pisano. Complessivamente le unità cinofile e i militari hanno ispezionato un’area che ricopre circa 600 metri quadrati di territorio.

In pochi pensano ormai che Roberta Ragusa possa essere ancora in vita. Nell'inchiesta sulla scomparsa della donna per ora l'unico indagato è ancora il marito Antonio Logli, ma a suo carico non sono emerse prove a sfavore e nemmeno ci sono fatti particolari degni di considerazione che ne mettano in crisi la posizione. L’unico fatto noto è che da tempo l'uomo aveva una relazione con la ex babysitter e amica di famiglia Sara Calzolaio, ma di questo anche la moglie era al corrente. I figli della donna, intanto, stanno cercando di tornare alla “normalità”, un traguardo che appare sempre difficile da raggiungere visto il dramma che stanno vivendo.

Di Roberta Ragusa oramai non si sa più nulla da otto lunghi mesi e le speranze che possa essere ancora viva sono ridotte al lumicino. La donna, infatti, vale la pena ricordarlo, è scomparsa senza lasciare traccia nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, proprio mentre al largo dell'Isola del Giglio affondava la Costa Concordia. Da ciò che sarebbe emerso dagli appunti lasciati in casa e dalle frasi scritte sul diario della giovane mamma esaminati dagli inquirenti, nulla lascia pensare che la donna avesse in mente di abbandonare tutto, anzi il contrario. Le indagini sono ancora concentrate su Logli e sulla sua amante ma Roberta, come confermato più volte le amiche, era a conoscenza del fatto che il marito la tradisse con Sara, e pare non credesse di poter arrivare alla separazione dal marito.