BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 3 settembre, si celebra San Gregorio Magno, dottore della Chiesa

Pubblicazione:lunedì 3 settembre 2012

Tutti i santi Tutti i santi

Fu un papa molto attivo e combattivo, conoscitore degli strumenti della diplomazia che usò sia per pacificare l'impero sia per convertire numerose popolazioni. Durante il suo pontificato ottenne la conversione della Britannia, un sogno a lungo coltivato. Del suo duro lavoro come papa è giunta fino a noi un'ampia documentazione: sono infatti conservate circa ottocento lettere che testimoniano la sua corrispondenza con numerosi prelati che si trovavano in ogni luogo del mondo e che gli sottoponevano quesiti e questioni da risolvere, sia nell'ambito della semplice amministrazione, sia sotto il profilo della fede e delle questioni cultuali. La situazione più complicata che dovette affrontare furono i rapporti con i Longobardi che minacciavano l'Impero romano da molto tempo. Le truppe di soldati che erano state poste a difesa della città erano demotivate e mal pagate e i Longobardi facevano continue scorrerie devastando territori sempre più vicini a Roma. Papa Gregorio comprese che l'unica possibilità era una trattativa di pace con il re dei Longobardi, Agilulfo, ma la trattativa irritò molte personalità governative, tanto che indipendentemente dalla negozizione avviata da Gregorio, si intraprese una campagna militare contro i Longobardi che rischiò di compromettere ogni cosa. La campagna fu un fallimento e il re longobardo stipulò una pace con Gregorio che durò per alcuni anni. Come papa non fu solo un pacificatore e un abile negoziatore in politica estera, ma seppe anche riorganizzare a fondo la liturgia componendo egli stesso dei testi che ancora oggi sono utilizzati. Ricordiamo in particolare il canto che dal suo nome si chiama gregoriano che fu adottato dalla Chiesa e che secondo la leggenda sarebbe stato composto in lingua latina dallo stesso papa Gregorio. Fu un lavoratore instancabile e indefesso nonostante la sua salute non fosse mai stata molto buona e la sua costituzione fisica mingherlina non lo aiutasse. Morì il 12 marzo 604. Papa Gregorio Magno è santo patrono di numerose diocesi, in particolare quella di Aversa, di Tivoli e di Manduria.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.