BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

STATO-MAFIA/ Agueci (proc. Palermo): verità da scoprire. Pm in politica? Non tornino in aula

L'aula del tribunale di Palermo (InfoPhoto)L'aula del tribunale di Palermo (InfoPhoto)

Sono assolutamente contrario al rientro in magistratura di chi ha preso una scelta politica. Una scelta che non è solo quella di candidarsi alle elezioni, ma anche quella, eventuale, di assumere un incarico di governo, a livello nazionale o locale che sia. Sono convinto che una scelta del genere, di per sé assolutamente legittima, sia però senza possibilità di ritorno.

Un’ultima domanda: vent’anni dopo, a processo ancora aperto e purtroppo ancora senza troppe risposte, cosa le "brucia" di più di tutta questa vicenda?

Quanto avvenuto ha aperto delle ferite che bruciano ancora molto, in particolar modo per chi ha vissuto quegli eventi da molto vicino: ho incontrato Paolo Borsellino a Palermo quattro giorni prima che venisse ucciso e le posso dire che si tratta di episodi umanamente laceranti. Quello che più mi ha impressionato, però, è che spesso le stesse persone che venivano ai funerali a stringere le mani dei cari delle vittime e a dimostrarci il massimo sostegno, erano poi le stesse che, appena girate le spalle, tentavano di raggiungere altre mani, quelle sporcate dal sangue dei nostri colleghi. Sono queste le cose che fanno più male, ma è proprio questo il valore dell’indagine, quello di tentare in ogni modo di capire come sia stato possibile assistere a tutto questo.

 

(Claudio Perlini)

 

© Riproduzione Riservata.