BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS MPS/ Grillo all'assemblea della banca: è peggio di Tangentopoli, di Craxi e di Parmalat

Grillo ha attaccato Mussari e Profumo dicendo che il primo "è un incompetente che hanno messo lì a fare il linoleum" e che il secondo "è inadatto perchè indagato per frode fiscale"

Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle

"Quello che hanno fatto alla banca Monte dei Paschi è peggio della Tangentopoli, di Craxi e di Parmalat". Beppe Grillo si è presentato "carico" questa mattina all'assemblea degli azionisti di Mps chiamata a esprimersi sul piano di salvataggio che passa attraverso la sottoscrizione degli aiuti di Stato, i cosiddetti Monti Bond. Ad attenderlo al suo arrivo una schiera di giornalisti, cameramen e fotografi a cui il leader del Movimento 5 Stelle ha spiegato di avere la delega per un centinaio di azioni che gli consentirebbe, quindi, di intervenire. Occasione che non si è lasciato certo sfuggire. "Hanno fatto di un partito una banca e di una banca un partito, ha dichiarato, Mussari è un incompetente, lo hanno messo lì a fare il linoleum: stanno vendendo una banca del 1500 al mercato". L'azionista Grillo (possiede due azioni) ha anche affermato che "la banca è stata smembrata, con una fondazione dal Pd per dare una banca così al mercato". "Mussari è il nuovo Lusi della situazione, il nuovo Fiorito. Lo ha detto anche lui: non capisce nulla di banche".
La sua riflessione continua e l'ex comico ha anchde dato alcuni suggerimenti:"bisogna fare una commissione che prenda gli ultimi segretari del Pd e dei Ds dal '95 ad adesso e si faccia dire dove sono andati 14 miliardi di euro. Devono dare delle risposte".
E poi si è aperto il capitolo relativo al presidente Alessandro Profumo, di lui ha detto:"lo conosco, è di Genova come me, faceva il casellante e studiava la notte. Ma ha un curriculum inadatto per questo ruolo perchè è indagato per frode fiscale", e ha aggiunto, "Mps ha un buco nei conti di 14 miliardi di euro, bisogna subito aprire un'inchiesta".
Secca la risposta di Profumo che ha replicato, rivolgendosi a Grillo:"Poi mi dirà dove ha trovato un buco di 14 miliardi, noi non abbiamo questo buco". Beppe Grillo non era solo all'assemblea, oltre a lui in qualità di azionista c'era anche Giampiero Samorì, leader del Movimento Moderati in Rivoluzione che ha dichiarato di voler chiedere "l'immediata nazionalizzazione di Banca Monte dei Paschi di Siena e il licenziamento di tutto l'attuale management". "Sono titolare di poche azioni, sono già venuto qui per proseguire la mia battaglia contro l'oligarchia bancaria", ha proseguito, sottolineando che "Mps deve tornare a fare utili ed essere propulsore di tutta l'economia italiana".