BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RICETTE/ Il Risotto al tastasal con il vino Amarone

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Se penso ai privilegi del cronista del gusto, oltre alla materia - il cibo e il vino appunto – ci aggiungo le “anteprime”. Cosa sono le anteprime ? E' il momento di presentazione dei vini, soprattutto dei grandi vini, prima della messa in commercio. Si fanno dunque le anteprime del Brunello di Montalcino, del Chianti, del Vino Nobile di Montepulciano, del Barolo e Barbaresco e dell'Amarone. Anzi, l'Amarone è il primo dei grandi vini che dà l'avvio alle degustazioni, in questo caso a Verona, per l'annata 2009. Durante questo evento i giornalisti vengono invitati a conoscere l'annata, sia attraverso grafici e presentazioni verbali, sia attraverso la degustazione, che avviene alla “cieca”, ossia senza sapere di quale produttore sia il vino che si assaggia. Poi, gli stessi produttori si mettono dietro a un banco e fanno assaggiare altri vini, si relazionano coi giornalisti e poi, il giorno dopo, col pubblico. Tutto questo è accaduto nello scorso week end, durante una bella giornata di sole, preceduta da una cena di gala al palazzo della Gran Guardia, di fronte all'Arena. In assaggio i campioni di 55 cantine, ma sono 100 almeno quelle che ogni anno partecipano a Vinitaly. Mancavano le cantine storiche, che si sono radunate in un'associazione, ma in ogni caso l'Amarone 2009 era ben rappresentato. Anche se... m'ha lasciato assai perplesso quella formula per cui sabato mattina prima si deve partecipare a un'assemblea plenaria che si protrae oltre le 13, momento nel quale vengono aperte le degustazioni (sigh!). Ma stiamo parlando di Amarone vivaddio, di un vino molto alcolico, figlio dell'appassimento delle uve uve corvina, corvinone e rondinella. E' possibile assaggiarlo a digiuno? A Montalcino e ad Alba tutto questo non accade, a Verona, che ha celebrato i suoi 10 anni di Anteprima si. Ed il disagio è palese. Sembra quasi che si voglia mettere in secondo piano (e anche meno) il giudizio eventuale del critico; anzi, prima si mettono le mani avanti, poi al limite si degusta... Del resto l'Amarone, che è un vino in costante crescita, con 17 milioni di bottiglie (l'80% venduto all'estero) e una coltivazione in crescita se pensiamo che nel 2000 era 6,2 milioni le bottiglie ed oggi sono quasi il triplo. Il valore di tutto questo è di almeno 350 milioni di euro.



  PAG. SUCC. >