BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA FRANCESCO/ Omelia di Santa Marta: l'attaccamento ai soldi distrugge persone e famiglie

Pubblicazione:

Papa Francesco (InfoPhoto)  Papa Francesco (InfoPhoto)

“Quando una persona è attaccata ai soldi, distrugge se stessa e distrugge la famiglia”. Lo ha detto Papa Francesco nella Messa di questa mattina presso Casa Santa Marta, durante la quale ha voluto mettere in guardia contro la cupidigia e l’attaccamento al denaro che possono “distruggere le persone” e “i rapporti con gli altri”. Questo, ha spiegato il Pontefice, “è un problema di tutti i giorni. Quante famiglie distrutte abbiamo visto per il problema di soldi. E’ questo il primo lavoro che fa un atteggiamento dell’essere attaccato ai soldi, distrugge”. I soldi “ti attaccano”, insiste Bergoglio, “servono per portare avanti tante cose buone, tanti lavori per sviluppare l’umanità, ma quando il tuo cuore è attaccato così, ti distrugge”. Bisogna quindi tenersi lontani da ogni cupidigia, da un rapporto con i soldi che “porta all’idolatria, ti distrugge il rapporto con gli altri”, spiega il Papa, il quale ribadisce che proprio questa cupidigia “ti ammala, perché ti fa pensare soltanto tutto in funzione dei soldi”. Gesù dice cose “tanto dure, tanto forti contro questo attaccamento al denaro. Ci dice che non si può servire due padroni: o Dio o il denaro. Ci dice di non preoccuparci, che il Signore sa di che cosa abbiamo bisogno” e ci invita “all’abbandono fiducioso verso il Padre, che fa fiorire i gigli dal campo e dà da mangiare agli uccelli”. “Questa strada contraria alla strada di Dio – dice ancora il Santo Padre - è una stoltezza, ti porta lontano dalla vita, distrugge ogni fraternità umana”. Quindi, conclude Papa Francesco, “rimanga oggi nel nostro cuore la Parola del Signore: fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia, perché anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede”.



© Riproduzione Riservata.