BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ABORTO/ Volonté: dall’Ue un’invasione di campo a pochi secondi dalla fine

Il Parlamento UeIl Parlamento Ue

Temo purtroppo di sì. Questo spiega la mobilitazione che c’è stata in tutta Europa negli ultimi dieci giorni, alla quale abbiamo aderito come Fondazione Novae Terrae, assieme a una fittissima rete di associazioni e fondazioni, come quella della Famiglie Cattoliche Europee.

 

Che strumenti avete scelto per la vostra battaglia?

Attraverso Citizengo, abbiamo lanciato una petizione che chiede ai cittadini europei di scrivere ai membri del Parlamento Europeo e in particolare al capogruppo dei Ppe, Joseph Daul, per esprimere la propria contrarietà.

 

Pensate di farcela anche questa volta?

Ovviamente le sorti cambierebbero se il Ppe votasse in modo compatto e decidesse di non appoggiare quella risoluzione ma di sostenere la proposta alternativa presentata dai conservatori e dai cosiddetti “euroscettici”. Che in questo caso però si trovano a riaffermare i valori fondamentali dell’UE, presenti nei suoi testi fondamentali, inclusa la Convenzione dei diritti umani, civili e politici dell’Unione. Qui infatti non si tratta di promuovere nient’altro che i valori di base già iscritti nei documenti fondativi dell’Unione Europea. Se passasse la risoluzione Estrela ci troveremmo di fronte a una palese contraddizione con quanto affermato dai trattati europei.

 

Quante firme avete raccolto finora?

Non abbiamo riscontri precisi perché le petizioni vengono spedite direttamente agli europarlamentari. In Italia dovrebbero essere oltre 3mila che abbiamo raccolto tramite Facebook; in Spagna più di 2.500, in Polonia circa 5mila e così via.

© Riproduzione Riservata.