BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BROOKLYN/ Uccidere una madre e 4 figli, la "solita" strage di uno sguardo assente?

New York (Infophoto)New York (Infophoto)

Dov'è il gusto del chiacchierare, la curiosità per il mondo, l'andare verso l'altro? Forse è arbitrario collegare i fatti di Brooklyn con questi dati. Viene però da chiedersi chi avrebbe potuto aiutare quella disgraziata famiglia con un cugino mentalmente disturbato; con chi può parlare il ragazzo che, perso nella smisurata solitudine in cui tanti vivono, sente crescere in sé pensieri e manie che si focalizzano alla fine su un oggetto da sterminare; quali trame di relazioni, di affetti, ma anche di significati, destini, visioni positive della vita mancano a tantissimi nostri compagni uomini? No, quello che è avvenuto a Brooklyn non sarà mai normale.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/10/2013 - Amore non corrisposto (claudia mazzola)

Riprendo un vostro titolo: come si fa a vivere senza la grazia?