BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

12ENNE IMPICCATA/ Introvigne: suicida perché cristiana? Attenti alla falsa "teologia" di Halloween

Pubblicazione:giovedì 31 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 31 ottobre 2013, 10.28

Infophoto Infophoto

In quel blog ateista si dice anche che gesti come quello fatto da quella ragazzina è paragonabile a quanto fanno i kamikaze islamici, che si assicurano il paradiso con la morte. 
Gli atei si facciano una ragione pensando a queste due cose. La prima è che oltre l'80% delle persone nel mondo si dichiara religiosa quindi è evidente che la religione non porta al suicidio altrimenti il tasso dei suicidi sarebbe altissimo. La seconda è che ricerche recenti hanno dimostrato che gli atei si suicidano più delle persone religiose. Questo chiude il discorso. 

In conclusione possiamo però dire che si può essere vittime di una religiosità distorta? 
E' chiaro che la religione non porta al suicidio, ma certamente ci sono deviazioni tossiche che possono portare al terrorismo come quello di matrice islamica. Però non dimentichiamo che ci sono stati altrettanti suicidi compiuti dal terrorismo marxista che non era certamente religioso. Il terrorismo è una deviazione della religione ma anche delle ideologie. Direi che quanto sostenuto da questi atei sia la solita speculazione sulla pelle dei morti come i suicidi di ragazzini che vivono male la loro condizione sessuale per andare a toccare argomenti come l'omofobia o i matrimoni omosessuali. Certamente ci sono più atei che si suicidano, e semmai tutte le grandi religioni sono contrarie al suicido. Se vogliamo cercare qualche correlazione la troviamo in quell'un atteggiamento malsano nei confronti dei morti che esprimono certe forme di spiritualità alternative e new age.


(Paolo Vites) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.