BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

HALLOWEEN 2013/ David Murgia (Vade Retro): è il giorno del capodanno satanico

InfophotoInfophoto

C’è un paese in Italia, non voglio farne il nome, che aspetta con ansia Halloween e tutto l’anno lavora per questa festa. Sto parlando di una manifestazione che si chiama “Miss Strega”, la cosa assurda è che gareggiano anche bambini. Porto un altro esempio dagli Stati Uniti, Oklaoma City: l’anno scorso una famiglia ha costruito un fantoccio mettendolo ai piedi di una saracinesca di un garage per farlo sembrare decapitato. I vicini hanno subito chiamato la polizia e presto hanno capito che si trattava di uno scherzo.

 

Festeggiare Halloween può esser visto come una mancanza di rispetto per la religione cristiana?

Io penso che sia peggio di una mancanza di rispetto: è un voler esorcizzare e banalizzare la morte. Sarebbe come dire: “La morte non ci fa paura perché dopo la vita c’è il nulla”.

 

Quanto è diffuso il fenomeno del satanismo?

Moltissimo. Molto più di quello che si crede. Il satanismo ha moltissime sfumature delle quali è difficile accorgersi, poi quando i casi vengono fuori si capisce che l’evocazione del diabolico c’entra più di quello che si crede: pensiamo al mostro di Firenze, alle bestie di satana, al professore di Saluzzo. Comunque è difficile dare una stima poiché ci sono varie forme del fenomeno e gli adepti tendono a mimetizzarsi tra la gente normale.

© Riproduzione Riservata.