BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

LAMPEDUSA/ Pennisi (vescovo): i politici "ascoltino" la carità della gente

InfophotoInfophoto

Credo che l’unica maniera umana consista nel tentativo di integrarle sul territorio. Attraverso strutture piccole, a misura d’uomo, in grado di far fronte alle esigenze di tutti e ospitare, al massimo, una cinquantina di persone. Nei centri in cui vengono accolti tutti insieme migliaia di profughi, è moto più difficile andare incontri ai bisogni di ciascuno. Per far questo, è necessaria una rivoluzione culturale. Anzitutto, a livello di mentalità comune. Occorre, cioè, aprirsi alle logiche dell’accoglienza e della solidarietà. Tale nuova cultura potrà, in seguito, trovare supporto nella politica. Ma pensare che tutto possa risolversi a livello politico è un errore.

 

Il dibattito verte, prevalentemente, sulla legge Bossi-Fini.

Il rischio è che su queste persone prevalga la speculazione politica, senza pensare che la priorità è sostenere la loro dignità attraverso un trattamento degno di un essere umano.

 

Cosa nel pensa dell’elogio del ministro Kyenge e dalla presidente della Camera Boldrini da parte dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani

Anche in tal senso, le speculazioni politiche mi sembrano inutili.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.