BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO/ Vaticano: controllo nascite, divorzio, matrimonio gay, le domande per le parrocchie di tutto il mondo

Pubblicazione:venerdì 1 novembre 2013

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

In vista della Conferenza episcopale sulla famiglia che si dovrà tenere esattamente fra un anno, nell'ottobre 2014, il Vaticano lancia una iniziativa unica nel suo genere. Un sondaggio, che si terrà in tutte le parrocchie del mondo, su temi caldi quali il divorzio, i matrimoni omosessuali, il controllo delle nascite. Il testo del sondaggio è già stato inviato da parte della Conferenza nazionale dei vescovi con la richiesta, espressa dal coordinatore del Vaticano, Mons. Lorenzo Baldisseri, di "condividere subito il più ampiamente possibile il documento stesso e di ricevere rapidamente le risposte". I risultati del sondaggio devono arrivare in Vaticano entro la fine del 2013. Ecco qualche indiscrezione sul contenuto non ancora consegnato ai parrocchiani. Si chiede ad esempio se nel proprio paese di appartenenza il matrimonio gay è riconosciuto legalmente e come si approcciano alle coppie dello stesso sesso i sacerdoti; come rispondano i preti ai gay che chiedono di avere una educazione religiosa o la Comunione per i propri figli; come ci si rivolge alle coppie separate, divorziate e risposate che frequentano la chiesa. Si chiede poi alle coppie etero sposate se fanno uso di contraccettivi o seguono quanto chiede la Chiesa al proposito. I primi ad averlo ricevuto e a renderlo noto sono stati i vescovi americani mentre in Inghilterra il sondaggio è già stato pubblicato online. Come si può leggere, il sondaggio tratta elementi sconosciuti, si legge, fino a poco tempo fa alla Chiesa: le famiglie monoparentali, la poligamia, i matrimoni interreligiosi e le "forme di femminismo ostile alla Chiesa". Si parla di maternità surrogata ("uteri in affitto").



© Riproduzione Riservata.