BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANNIVERSARIO NASSIRIYA/ Emanuela Corda e quel nichilismo che accomuna vittime e carnefici

Foto Infophoto Foto Infophoto

Per Emanuela Corda abbiamo fatto memoria di nulla, è stata una pantomima ricordare Nassiriya, un beffardo gioco delle parti, questo ci ha voluto dire con la sua sterile provocazione! A fronte di questo brutale nichilismo risuonano le parole che disse don Giussani dieci anni fa, oggi ancor più vere e più urgenti. "Se ci fosse una educazione del popolo, tutti starebbero meglio" ha detto don Giussani al TG2 il giorno dei funerali delle vittime della strage di Nassiriya ed è il giudizio che vale per questi giorni in cui il nichilismo che tutto cancella sembra vincere. Invece una educazione del popolo inizia dalla certezza di un positivo da cui poter ricominciare, lo spunto di umanità che il cuore dell'uomo prova di fronte a chi è morto ingiustamente, uno spunto da cui è già ripartita la costruzione di un mondo nuovo.

Qui sta il punto di forza dell'educazione, che sempre nella vita contro il nichilismo che vuole azzerare tutto vi è qualcosa di positivo, pur piccolo, pur tenue, da cui si ricomincia qualcosa di grande, grande come l'ideale per cui vibra il cuore dell'uomo.

© Riproduzione Riservata.