BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE/ Ocse: i dirigenti italiani pagati il triplo della media

I dirigenti italiani della pubblica amminsitrazione guadagnano tre volte tanto i loro colleghi stranieri. Ecco i dati forniti da uno studio dell'Ocse al proposito

Foto Infophoto Foto Infophoto

Stipendio medio: 650mila dollari, il triplo di quello che prendono i colleghi del resto del mondo. Sono i dirigenti della pubblica amministrazione italiana che secondo i dati forniti dall'Ocse relativamente al 2011 distaccano i secondi in questa speciale classifica di 400mila dollari, e cioè i neozelandesi che prendono 250mila dollari di stipendio. Il resto dei dirigenti dell'area Ocse prende circa 232mila dollari. Un pessimo primato come si può capire, anche perché ci sono altri primati che rendono la nostra pubblica amministrazione un brutto esempio, tipo l'utilizzo della Rete nei rapporti con la PA: siamo i peggiori, peggio di noi solo il Cile. E' solo il 19% degli italiani infatti a fare uso del web per avere rapporti con enti locali e governo centrale, mentre il resto dell'area Ocse viaggia sul 50%. Meglio le imprese, che la utilizzano al 76% ma siamo lo stesso i penultimi in classifica davanti alla Svizzera e quando la media di tutti gli altri paesi è dell'88%. Altro dato che viene fuori dallo studio dell'Ocse è la fiducia degli italiani verso il proprio governo: solo il 28% ne ha. Paesi come Francia, Germania e Inghilterra viaggiano oltre il 40%. 

© Riproduzione Riservata.