BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BAMBINA A COPPIA GAY/ C'è un'ideologia dei diritti che non si ferma davanti a nulla

InfophotoInfophoto

Le condizioni per far crescere un bambino, in ogni caso, sono quelle di farlo crescere in un ambiente in cui l'amore coniugale si premura di coltivare tutte le sua capacità, introducendolo alla bellezza della vita. Quindi, in primis, un ambiente sereno – il che non vuol dire senza problemi – basato sulla certezza che l'amore vicendevole crea come frutto l'amore verso il bambino. Un luogo educativo si crea se c'è il vero amore. Un bambino deve crescere seconda la sua storia e le sue capacità. E ci tengo a dire un'ultima cosa.

 

Prego.

Guai se il bambino, sia che sia in affido che sia proprio, sia vissuto come un qualcosa che riempia un vuoto. Il bambino è una presenza che deve essere accolta, non deve assolutamente essere usato per riempire un vuoto.

(Fabio Franchini)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
16/11/2013 - Genitori 1 e 2 (Duilio Sala)

Ma pensiamo davvero che questa bambina (sarei tentato di dire "povera bambina" ma non è " politically correct ") non sentirà mai la mancanza di una mamma (Intendo una mamma di sesso femminile) ? Alla mia veneranda età ricordo ancora le tenerezze di mia mamma ( e i suoi rimproveri)! Per me quello che ha fatto quel giudice e' una cosa aberrante!

 
16/11/2013 - scelta ideologica (Enzo Bezzi)

Penso proprio che a Bologna sia stata fatta una scelta "...un po' provocatoria". L'ideologia ha vinto. Quella bambina di tre anni non potrà vivere e crescere in un ambiente famigliare che ha un padre e una madre capaci di introdurla alla bellezza della vita. Perchè due adulti che si prendono cura di un bambino non sono come un padre e una madre che vivono l'amore coniugale e una vita famigliare fatta secondo natura: uomo e donna. Enzo