BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 19 novembre si celebra San Narsete, catholicos degli Armeni

San NarseteSan Narsete

Nel frattempo San Narsete si era ritirato ad Ashtishat, ove rimase lungo tutta la durata del regno di Arshak, tornando solo quando il sovrano fu imprigionato dal re dei sassanidi, Shapuh. Tornato a Costantinopoli strinse ottimi rapporti con l'imperatore Valentiniano I, al quale caldeggiò l'incoronazione di Pap, figlio di Arshak, come nuovo re d'Armenia. Ripreso il suo ufficio riuscì infine a dedicarsi al meglio alla sua missione spirituale, che sentiva più vicina alla sua indole, sperando di poter finalmente aiutare il suo popolo. Un proposito presto frustrato dallo stesso Pap, il quale, non diversamente dal padre, non sopportava di avere un controcanto, seppur di carattere spirituale. La reazione del re ai suoi ammonimenti, non si fece attendere e si concretizzò con l'avvelenamento avvenuto nel corso di una festa cui Pap aveva invitato San Narsete, affermando di cercare una riappacificazione.La sua morte sarebbe avvenuta nel 373, ma sulle cause è nata una nuova disputa storiografica, in quanto se Fausto accusa apertamente Pap, altri storiografi dubitano della sua interpretazione.

San Narsete fu sepolto a Thil, nel villaggio di Erzerum, nello stesso luogo ove già avevano trovato sepoltura i suoi antenati e la sua tomba divenne meta di incessante pellegrinaggio, almeno sino a quando, a seguito dell'invasione araba del settimo secolo, non fu distrutta la chiesa che la custodiva. Nel 1272, le sue reliquie furono finalmente ritrovate grazie ad una visione e il vescovo, Sarkis, fece erigere sul posto una chiesa, che gli venne dedicata.

© Riproduzione Riservata.