BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIVELAZIONI SCHIAVONE/ Il prete anti-camorra: i giovani muoiono per i veleni e lo Stato sa tutto da 16 anni...

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Ma in pratica come funziona questo racket dei rifiuti tossici? È una rete ormai oliatissima. Schiavone l’ha detto sempre molto chiaramente, l’ha spiegato lui stesso molto bene. Camion tossici che partono dalle industrie del Nord  Italia (Lombardia, Toscana, Piemonte…) e anche dall’Europa e vengono qui in Campania a scaricare questi veleni, tutto quel fango maledetto. Il problema è che si è sempre cercato di bloccare l’ultimo anello della catena: è vero sì che ci sono dei rom che bruciano facendo roghi tossici, ma quello è l’ultimo anello della catena. In pratica vengono bruciati i rifiuti delle industrie che lavorano in nero.

Ci spieghi. Per esempio, se per ogni chilogrammo di borsa che viene fabbricata, si produce mezzo chilogrammo di scarto, questo scarto (della borsa fabbricata in nero) deve essere smaltito in nero. Viene così bruciato: ecco qui i roghi tossici. E poi c’è tutto quello che viene interrato. E Schiavone ha parlato del Lago di Lucrino: chissà cosa c’è in quel lago…qualcuno si è  mai preoccupato di andare a controllare?

Ma la popolazione lotta compatta contro questo sistema o invece c’è chi fa orecchie da mercante perché collusa o perché non vuole rischiare? Facciamo quello che possiamo. Collusi ce ne saranno eccome, e di persone che fanno finta di niente ce ne sono tante perché magari non riescono  reagire. Le dico solo che pochi minuti fa mi è arrivata la notizia che una persona cara si è tolta la vita perché pensava di avere un tumore. Tanta gente non ce la fa neanche e quindi preferisce non pensarci fino al giorno in cui si ammalerà. Mi permetta…

Prego. L’ansia insopportabile, il malessere e la depressione dovrebbe interessare uno Stato attento alla sua popolazione. Qua la gente non sa cosa fare e le madri non sanno cosa comprare quando vanno a fare la spesa. È proprio per questo motivo che chiediamo ormai da anni e con forza la mappatura dei nostri territori perché abbiamo il diritto di sapere cosa arriva sulle nostre tavole. I contadini devono sapere se stanno coltivando un prodotto sano o un prodotto avvelenato.

Ci sono stati recentemente episodi di violenza e intimidazione?Anche subiti da lei stesso. Nono niente, in questo tutto bene…


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
02/11/2013 - Non ci sono parole (Luigi PATRINI)

Bisognerebbe scrivere e dire i nomi di chi ha governato il Paese in quegli anni, di chi era presidente della Regione Campania, delle Province e i Sindaci dei Comuni, chi erano i Parlamentari che - alla Camera e al Senato - rappresentavano le popolazioni campane. E tempestarli di domande. Il Signore li perdoni!