BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Il 2 novembre si ricordano Acindino, Pegasio, Aftonio e gli altri martiri persiani

Pubblicazione:

Tutti i santi  Tutti i santi

Le reliquie di Acindino, però, furono protagoniste di alcune peripezie. Durante la quarta crociata (per essere precisi nel 1204), infatti, parte dei suoi resti fu trafugata e trasportata a Vedans, in Francia, per finire dopo poco nell’abazia di Rosieres. Nel corso della rivoluzione francese questa reliquia andò perduta, ma fu portata di nuovo alla luce nel 1892, esattamente cento anni dopo i moti rivoluzionari. 

La venerazione per questi martiri non ha confini, in quanto sia a Oriente che a Occidente il loro ricordo è ancora vivo. In particolare, nella Chiesa Bizantina i cinque santi sono celebrati nella “Pala d’Oro” che si trova a Venezia, nella basilica di San Marco. Tornando a Sant’Acindino, tutt’oggi viene venerato in quanto titolare di una parrocchia che si trova in una frazione della città di Drapia, che si trova in provincia di Vibo Valentia, che porta il nome di Gasponi. Qui la festa con cui viene ricordato il santo martire viene celebrata non il 2 novembre (giorno in cui andrebbe festeggiato ma coincidente con la celebrazione del ricordo dei defunti), ma il giorno successivo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.