BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YARA GAMBIRASIO/ Meluzzi: il figlio di Guerinoni può essere chiunque, indagini a un punto morto

Pubblicazione:

Yara Gambirasio (Foto: InfoPhoto)  Yara Gambirasio (Foto: InfoPhoto)

Dimostra che nelle indagini la “pesca a strascico” non funziona molto. E' una tecnica che può offrire spesso risultati suggestivi, ma per passare ai fatti è necessario un colpo di fortuna che in questo momento proprio non si vede.

Come bisognerebbe muoversi adesso?

Quando le indagini non centrano una ricostruzione possibile dei fatti, è difficile dire come le indagini potranno proseguire. Abbiamo visto una prima pista portare al cantiere di Mapello, dove poi è anche tornata grazie ai cani molecolari, poi il taglierino utilizzato dai piastrellisti e i segni lasciati da un furgone bianco. Tutte queste piste si sono ormai esaurite, quindi dubito che si potrà trovare altro di davvero rilevante.

Quando è stato il momento in cui potevamo davvero assistere a una svolta?

Quando sembrava possibile trovare il figlio di Guerinoni tra i lavoratori o tra coloro che avevano a che fare con il cantiere, e in tal senso qualche ipotesi è stata fatta. Tenga però presente che tantissima gente è passata da quel luogo, quindi credo che si tratti di uno scenario ormai irricostruibile.

Quali sono le difficoltà maggiori, arrivati a questo punto?

Quelle legate alla necessità di stringere sempre di più il campo delle ipotesi dopo aver tracciato un quadro di nessi logici tra di loro collegabili. In questo caso specifico è stato scelto di percorrere la strada del Dna, facendo 14mila test e trovando un possibile padre, cioè Guerinoni, ma siamo ancora lontanissimi dalla verità.

Prima o poi sarà possibile arrivarci?

Le dico la mia opinione, anche se vorrei ovviamente sbagliarmi: credo che il colpevole di questo omicidio non si troverà mai.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
02/11/2013 - Non sono troppo d'accordo (maurizio candelori)

Mi permetto di riflettere solo su un particolare: non è vero che l'assassino possa non sapere di essere figlio di Guerinoni perchè (a meno che non legga giornali e non abbia internet)se non lo sapeva ora l'ha saputo dalla cronaca! E non mi trovo nemmneo tanto d'accordo che le indagini siano destinate a bloccarsi definitivamente senza risultato perchè a questo punto, secondo me, tanti sono gli indizi che si hanno....certo, occorre un investigatore al quale si da lo stipendio e non si da una scadenza perchè ci vuole tempo e molto intuito condito da fortuna, ma uno appassionato credo che troverà l'assassino. L'esito negativo può verificarsi solo se si tratta di uno straniero nato all'estero da madre straniera mai venuta in italia e che solo per caso sia passato nella zona di Yara e, sempre per caso, abbia deciso sul momento di farle violenza per poi ucciderla quando non sarebbe riuscita la violenza. Insomma... troppi eventi casuali che è quasi impossibile che si siano verificati tutti in fila! Sicuramente ci sono altri indizi (che spero non siano di dominio pubblico) che noi non sappiamo ma che gli investigatori stanno seguendo.