BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ALTA VELOCITA'/ Tav, al vertice Italia e Francia confermata la priorità della linea Lione-Torino

Francia e Italia rinnovano l'impegno per la costruzione della linea ad alta velocità Torino-Lione: necessario però chiedere fondi all'Unione europea

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Enrico Letta ha incontrato oggi il presidente francese Hollande a Roma, in un vertice in cui si sono discussi diversi argomenti. Uno di questi, la linea alta velocità Torino-Lione in costruzione che tanti problemi continua a dare. In occasione del vertice infatti diversi appartenenti al movimento No Tav sono arrivati a Rma: ci sono stati incidenti e scontri con la polizia che ancora continuano. Tornando al vertice, entrambi i leader hanno nuovamente sottolineato come la Tav sia una priorità che vada solo confermata e realizzata. Il documento finale dell'incontro dice però anche che per la realizzazione definitiva della linea ferroviaria è necessario il supporto economico dell'Unione europea, definito "indispensabile". Da parte francese, il parlamento ha già votato l'ok alla ratifica dell'accordo sulla tav, mentre da parte italiana è ancora atteso il voto del nostro parlamento. Una Conferenza intergovernativa italo-francese, già attiva, si occuperà adesso di reperire i fondi necessari. Il Consorzio Lft invece dovrà impegnarsi a velocizzare le gare d'appalto per la costruzione della galleria geognostica di Saint Martin La Porte. I lavori definitivi cominceranno nel 2015.

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
20/11/2013 - ECCO LA PROVA... (Guido Gazzoli)

La commissione francese Mobilité 21 presieduta da Philippe Duron, sindaco di Caen e comprendente sei fra deputati e senatori, quattro tecnici, ha presentato il suo rapporto su un quadro nazionale per la mobilità sostenibile. Il rapporto doveva fare ordine nel piano delle infrastrutture, una sorta di spending review per dare priorità fra i troppi progetti dato che in futuro ci saranno molti meno soldi da spendere per strade, ferrovie, porti e aeroporti. Il rapporto ha valore consultivo, ma il primo ministro, Jean-Marc Ayrault ha dichiarato di condividerlo. Secondo il rapporto il tratto francese del discusso progetto Tav che arriverebbe in Valle Susa, la Lione-Torino è classificata come non prioritaria: dato che “Il Comitato conferma l’interesse per il completamento del progetto di collegamento. Tuttavia non ha potuto accertare che i rischi di saturazione e di interferenza tra le diverse destinazioni d’uso che giustificano la realizzazione del progetto si realizzino prima degli anni 2035-2040. Di conseguenza, si classifica la tratta francese di accesso alla tratta internazionale tra le priorità di secondo livello, qualunque sia lo scenario finanziario considerato. Si raccomanda il monitoraggio specifico delle condizioni per lo sviluppo del progetto complessivo”.

 
20/11/2013 - BUFALA? (Guido Gazzoli)

O giochino politico.. perché non più di tre settimane fa un Ministro francese ha dichiarato testualmente che la TAV non interessava ed era solo uno spreco… improvvisamente tutto cambia… strano davvero...