BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA FRANCESCO/ Omelia di Santa Marta: operiamo scelte definitive come i cristiani perseguitati

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Fiducia nel Signore: Papa Francesco, prendendo ispirazione dalle letture di oggi, ha incentrato la sua quotidiana omelia su questo tema. Nelle letture si parla dei giovani ebrei tratti in schiavitù a Babilonia e della vedova che va al Tempio per adorare Dio. Sono esempi, ha detto il papa, di fiducia nel Signore: "Tutti e due - la vedova e i giovani - hanno rischiato. Nel loro rischio hanno scelto per il Signore, con un cuore grande, senza interesse personale, senza meschinità. Non avevano un atteggiamento meschino. Il Signore, il Signore è tutto. Il Signore è Dio e si affidarono al Signore. E questo non l'hanno fatto per una forza - mi permetto la parola - fanatica, no: 'Questo dobbiamo farlo Signore', no! C'è un'altra cosa: si sono affidati, perché sapevano che il Signore è fedele. Si sono affidati a quella fedeltà che sempre c'è, perché il Signore non può mutarsi, non può: sempre è fedele, non può non essere fedele, non può rinnegare se stesso". Ancora oggi è così, ha spiegato, ogni volta che leggiamo di cristiani perseguitati loro sono un esempio per noi e ci invitano a gettare sul tesoro della Chiesa tutto quello che abbiamo: "Ci farà bene pensare a questi fratelli e sorelle che, in tutta la nostra storia, anche oggi, fanno scelte definitive. Ma anche pensiamo a tante mamme, a tanti padri di famiglia che ogni giorno fanno scelte definitive per andare avanti con la loro famiglia, con i loro figli. E questo è un tesoro nella Chiesa. Loro ci danno testimonianza, e davanti a tanti che ci danno testimonianza chiediamo al Signore la grazia del coraggio, del coraggio di andare avanti nella nostra vita cristiana, nelle situazioni abituali, comuni, di ogni giorno e anche nelle situazioni limite".



© Riproduzione Riservata.