BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIVORZIO/ Lisa Mehos, cattolica (quindi) colpevole di non essere una buona madre

Infophoto Infophoto

Vicenda equivoca, intricata. Ancora una volta gli Stati Uniti li riconosciamo colpevoli di Moralismo: è il segno di Lutero. 

Il peccato non è tanto l'aver commesso il fatto, ma l'aver cercato di nasconderlo: il non averlo ammesso. Tanto più grave quanto più il peccatore si dichiara probo (cattolico in questo caso).  

La pubblica ammenda assolve, non la propria coscienza, né Altro.

Le scappatelle con le prostitute sono tollerabili, l'aborto è legale: ciò che è imperdonabile è la menzogna. C'è da riflettere su questo. Anche un paio di Presidenti sono stati accusati proprio di menzogna e hanno rischiato molto. Non tanto di essersela spassata con una stagista, quanto di non averlo ammesso subito. Ci sono volute pubbliche scuse, pubbliche ammende.

L'individuo è messo alla gogna.

Quale tarlo si insinua in questo atteggiamento, quale strano sospetto, che razza di società è mai questa? È sana perché non tollera la menzogna? O è malata, perché tutti mentiamo, in un modo o nell'altro, in fondo ci sono cose ben più gravi che un individuo, uno Stato, commette.

La società americana è divisa in classi sociali: è il suo profondo moralismo che le mantiene in piedi.

Solo se posso classificare, inquadrare, standardizzare una persona io ce l'ho sotto controllo. Ma se questa persona mente, diventa inclassificabile, imperdonabile. Ipocrita. Togliamole i figli, non li può educare. Meglio il padre, "puttaniere" (perdonatemi il termine, adeguato) dichiarato: onesto, dunque senza peccato. Quantomeno, migliore.

Vi lascio alle vostre riflessioni.

Dispiace davvero per i figli, per il dolore che viene inferto loro. Che sicuramente hanno amato entrambi i genitori, che sono quasi costretti adesso a odiarli entrambi.

Restiamo qui, teniamoci stretta la nostra amata Chiesa, la Sua moralità: al contrario del giudice americano non condanna la peccatrice (mentre scrive nella sabbia) ma il peccato: proprio dell'anima degli uomini, nessuno escluso. Che considera la menzogna alla stregua di un gesto che tutti commettiamo. Il segno in fondo che ciascuno è nato come tutti, peccatore, ma speciale, unico, inclassificabile. Fatto per sbagliare, fatto per essere perdonato: felix culpa che meritasti tale Redentore.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/11/2013 - C'è anche Lisa. (claudia mazzola)

Questa donna e madre ha assolutamente bisogno di Misericordia. Ho conosciuto donne non cattoliche ferite a morte dall'aborto, se mi sento di persdonarle io nonostante il male fatto, figuriamoci Dio!

 
28/11/2013 - commento (francesco taddei)

una madre abortista ha commesso il più grave dei peccati contro suo figlio.