BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA FRANCESCO/ Omelia di Santa Marta: la corruzione toglie la dignità, è come la droga

Pubblicazione:

Papa Francesco (InfoPhoto)  Papa Francesco (InfoPhoto)

Una preghiera per tutti i bambini e i ragazzi che ricevono dai genitori “pane sporco”, frutto di tangenti e corruzione. E’ questo il tema centrale della Messa celebrata oggi da Papa Francesco a Casa Santa Marta, durante la quale ha utilizzato la parabola dell’amministratore disonesto per far capire quanto il lavoro disonesto sia capace di togliere la dignità a una persona e quanto Gesù “pregava il Padre perché i suoi discepoli non cadessero nella mondanità”: “L’atmosfera, lo stile di vita piace tanto al demonio, è questa mondanità: vivere secondo i ‘valori’ del mondo – ha detto il Pontefice -. E questo amministratore è un esempio di mondanità”. Nella parabola, inoltre, il padrone loda l’amministratore disonesto per la sua furbizia: “Questa è una lode alla tangente! – spiega Papa Francesco - E l’abitudine della tangente è un’abitudine mondana e fortemente peccatrice. E’ un’abitudine che non viene da Dio: Dio ci ha comandato di portare il pane a casa col nostro lavoro onesto! E quest’uomo, amministratore, lo portava, ma come? Dava da mangiare ai suoi figli pane sporco! E i suoi figli, forse educati in collegi costosi, forse cresciuti in ambienti colti, avevano ricevuto dal loro papà, come pasto, sporcizia, perché il loro papà, portando pane sporco a casa, aveva perso la dignità! E questo è un peccato grave! Perché si incomincia forse con una piccola bustarella, ma è come la droga, eh!”. Infatti, sottolinea il Papa, l’abitudine alle tangenti diventa una dipendenza. Dovremmo quindi “pregare per tanti bambini e ragazzi che ricevono dai loro genitori pane sporco: anche questi sono affamati, sono affamati di dignità! Pregare perché il Signore cambi il cuore di questi devoti della dea tangente e se ne accorgano che la dignità viene dal lavoro degno, dal lavoro onesto, dal lavoro di ogni giorno e non da queste strade più facili che alla fine ti tolgono tutto".



© Riproduzione Riservata.