BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Il 12 dicembre si celebra San Valerio di Leuconay

San Valerio di Leuconay San Valerio di Leuconay

Le sue spoglie sono conservate nel Santuario della Consolata a Torino. Da quando si apprende esse furono portate nella città piemontese intorno al 906 per metterle al riparo da continue scorribande di saraceni che sovente attaccavano alcune zone della Francia per fare bottini di diverso genere. Tra i miracoli che gli sono stati riconosciuti e che lo hanno portato a diventare Santo, curò un paralitico di nome Blitmondo che tra le altre cose diventare uno dei suoi maggiori seguaci tant’è che ne divenne il successore come abate del monastero di Leuconay. Secondo un racconto dell’epoca, pare che una settimana prima di morire quasi come ne avesse il sentore, indicò ai suoi confratelli il luogo esatto dove voleva che il proprio corpo venisse seppellito nei pressi dell’albero che sovente lo vedeva riposare durante il pomeriggio oppure dopo una passeggiata. San Valerio di Leuconay è anche compatrono della città di Torino contro le pestilenze e nei secoli si è sempre mantenuto alto il culto nei propri confronti.

© Riproduzione Riservata.