BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NELSON MANDELA/ E se il mondo ci avesse "nascosto" chi era?

Nelson Mandela (Infophoto) Nelson Mandela (Infophoto)

Egli stesso si definiva così e questo, seppur dentro un'esperienza lontana anni luce da quella cattolica dell'occidente, era l'ultimo contenuto della propria autocoscienza, questo era ciò che Mandela diceva di essere. Egli era solamente un figlio di Dio che non ha avuto paura della propria grandezza, ma che ha usato della sua umanità per servire il suo prossimo, convinto che – in forza dell'ubuntu – quella non fosse una scelta, ma un dovere.

Insomma, un po' per vergogna e un po' per astuzia, il mondo ancora una volta ci ha tenuto nascosto il meglio di un uomo: il fatto che egli fosse, e si concepisse, "di Qualcuno" e che, a Questo Qualcuno, si sentisse profondamente legato da una storia di secoli che ora, attraverso di lui, mostrava tutta la sua forza e la sua dignità. Noi non sappiamo che uomo politico sia stato il primo presidente nero della Repubblica Sudafricana, non sappiamo neppure che ruolo abbia concretamente avuto nell'odio e nei veleni del suo paese, ma sappiamo che quello che oggi siamo qui a ricordare altro non è che la storia di un Io che ha concepito tutta la propria vita come dipendente da un Tu. 

La storia, infatti, non si costruisce con le grandi decisioni, la storia non si decide neppure attraverso la pubblicità o il potere mediatico: la storia passa sempre attraverso il cuore dell'uomo, di ogni uomo. Quel cuore che Mandela ha giocato fino in fondo e che tutti noi, ogni mattina, siamo chiamati a lasciar ridestare dalla realtà per compiere ogni tratto da cui è composta la grande avventura della vita. Questo è stato Nelson Mandela. E questo è quello che noi oggi riconsegniamo alla storia. Desiderosi non di beatificare o di distruggere, ma di non perderci neppure un istante di un uomo che, comunque la si pensi, ha avuto il nobile coraggio di appartenere, di non considerare un peso o un terribile fardello il semplice fatto di essere stato generato e di avere, in cielo e sulla terra, un Padre, Uno a cui affidare ogni respiro della vita.

© Riproduzione Riservata.