BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Il 19 dicembre si celebra Sant’Anastasio I papa

(Infophoto) (Infophoto)

Anastasio strinse ottimi rapporti con San Paolino, che sarebbe poi diventato vescovo di Nola, nonostante l'avversità verso lo stesso dimostrata dal suo predecessore. Proprio per riparare ai torti che aveva subito, scrisse ai vescovi campani per rendere pubblico il suo elogio di San Paolino, che fu poi invitato a Roma, per la festa che avrebbe caratterizzato la sua consacrazione. Un evento estremamente importante (di solito riservato solo ai vescovi) che suonava come un vero e proprio privilegio accordato in qualità di riparazione. San Paolino fu costretto a non accettare l'invito, curandosi però di recare una lettera di scuse al Papa. Il suo pontificato durò solo due anni, dal 399 al 401, ma fu estremamente attivo e denso di avvenimenti. Il suo decesso avvenne il 19 dicembre del 401, data che venne dimostrata da Duchesne in suo commento al Liber Pontificalis. Sepolto sulla Portuense, il suo sepolcro fu posto tra le basiliche dei Santissimi Abdon e Sennen e quella di Santa Candida.

Una morte improvvisa che secondo San Gerolamo sarebbe stato un vero atto della Provvidenza. Va infatti ricordato che Roma sarebbe caduta solo nove anni dopo per mano di Alarico e la morte avrebbe perciò impedito ad Anastasio di essere testimone di questo funesto avvenimento. L'elogio in questione è contenuto all'interno del Martirologio Romano. Negli anni successivi, il suo culto sarebbe fiorito in maniera rapida e rigogliosa.

© Riproduzione Riservata.