BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Roccella: no ai "giochini" di Renzi e Forza Italia coi gay e la fede (altrui)

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Noi difendiamo semplicemente un’antropologia alla quale siamo tutti abituati e affezionati. Siamo riformatori da un altro punto di vista, ma conservatori in questo senso. Inoltre c’è un attacco in atto, su tutte queste tematiche, approfittando del fatto che, grazie a questa legge elettorale, c’è una larga maggioranza che si può permettere di fare da sola alla Camera mentre al Senato gioca su alleanze diverse da quella di governo. Questa è una responsabilità politica che i rappresentanti del Partito Democratico dovranno si prendersi.

 

Voi fate parte della maggioranza, ma non ci state a queste proposte…

Noi avevamo chiesto una moratoria su tutti questi temi, e riteniamo che non si debbano fare alleanze alternative che mettono a rischio la tenuta del governo.

 

Non crede che temi come questo siano una priorità?

Il governo si deve impegnare sul fronte delle emergenze sociali, economiche e del lavoro per evitare che il Paese affondi e che arrivi la Troika a dirci cosa fare, imponendoci misure drastiche come quelle applicate in Grecia e Spagna. Insomma, l’esecutivo ha un preciso obbiettivo e noi continuiamo a chiedere che i temi etici siano fuori dall’azione del Parlamento e del governo. Se ci fosse un’urgenza bisognerebbe affrontarla cercando un mediazione tra le forze che compongono la maggioranza.

 

Intanto Matteo Renzi incalza…

Sì, Renzi sta dando un’accelerata a questi temi. La “Civil Partnership” che ha proposto è sostanzialmente un simil-matrimonio. La sbandiera come una cosa moderata, ma non lo è.

 

Perché?

Perché sia la “Civil Partnership” alla tedesca che quella all’inglese sono unioni simil-matrimoniali. Anna Paola Concia si è sposata (a Francoforte) con questo istituto. Non si tratta di unioni civili, né tantomeno moderate. No, sono molto radicali con possibilità di adozione. E su Renzi…

 

A lei.

Il fatto che sottolinei che la sua è una posizione morbida è un tentativo di tornare indietro rispetto alla pubblica opinione. Ha fatto quest’uscita in occasione delle Primarie, probabilmente, per garantirsi una partecipazione popolare del suo elettorato e di quello del Partito che di questi tempi è sensibile in merito.

 

Ma il neo-segreterio Pd insiste tutt’ora…



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >