BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 24 dicembre si celebra San Metrobio

San Metrobio San Metrobio

Il tutto generò anche una certa confusione portando allo sdoppiamento delle reliquie interessate e a una serie di identificazioni che non avevano alcun appiglio. Nel caso di Metrobio, fu perciò necessario procedere a un attento esame delle fonti agiografiche e archeologiche, tale da rimettere a posto le cose e restituire allo stesso la vera identità.A dare sostanza a queste ricerche è stato in particolare un epitaffio, posto a sigillo del loculo in cui era custodito il suo corpo e tramandato da un'opera di Giovanni Battista Rossi di epigrafia cristiana. In base a essa, Metrobio sarebbe stato un giovane morto all'età di ventisette anni, per il quale non esistono prove di martirio diretto, né di una traslazione delle sue spoglie da Tripoli, la città in cui avrebbe appunto vissuto. Dati che non hanno comunque intaccato il fenomeno devozionale di cui è ancora oggi oggetto nella comunità ossolana e che ne hanno anzi aumentato la presa, proprio perché hanno consentito di dare una salda base storica alla sua esistenza. In base a quanto appurato, Metrobio avrebbe perciò fatto parte della comunità cristiana romana delle origini, condividendone le dure prove in un momento in cui esserne un componente metteva a chiaro rischio di persecuzioni che potevano arrivare alla perdita della propria vita.Per quanto concerne invece l'iconografia, va ricordato che Metrobio viene ritratto in una stampa risalente al 1723, in cui viene anche ricordato il presunto martirio di cui sarebbe stato oggetto. Inoltre, nell’urna che si trova all'interno dell'altare in marmo, che venne realizzato nel corso del 1900 su un progetto il quale era stato elaborato dall’architetto Molli, le sue spoglie godono del rivestimento che fu ricamato dalle suore Rosminiane. Un paramento da milite romano, composto da raso e velluto, il quale fu offerto da Rachele Salati in segno di profonda devozione.La comunità di Malesco festeggia San Metrobio nella prima domenica di agosto, una ricorrenza che ricorda in particolare il trasporto organizzato nel corso del 1900 al fine di intraprendere i lavori che avrebbero portato infine alla ristrutturazione della cappella.

© Riproduzione Riservata.